San Girolamo Emiliani

San Girolamo Emiliani, di nobile famiglia, nacque a Venezia nel 1486; da giovane  servì la Repubblica Veneta come soldato. Gli venne affidata la castellania di Quero. Qui, nell’agosto del 1511, fu sconfitto e venne imprigionato. Questo evento segnò l’inizio della sua conversione. Invocò la Madonna che il 27 settembre 1511 lo liberò miracolosamente. 

Girolamo incominciò un cammino di conversione che lo portò a seguire l’esempio di Cristo, soccorrerdo gli orfani, i malati, i poveri, prima a Venezia e poi in Lombardia in città come Milano, Pavia, Brescia, Como, Bergamo.

Gli ultimi anni della sua vita li trascorse a Somasca. Oltre ad assistere gli orfani, condivideva il lavoro dei contadini insegnando loro il catechismo. 

San Girolamo può essere annoverato tra i santi della misericordia, poiché nella sua vita ha potuto esercitarsi nelle opere di misericordia corporali e spirituali, oltre a a passare lungo tempo in preghiera davanti al Crocifisso supplicandolo di non essergli giudice ma salvatore”. 

Morì a Somasca l’8 febbraio 1537 colpito dalla peste.

Video della vita di San Girolamo

1/47

Slideshow della vita di San Girolamo

(quadri di Nino Musio)