Viale delle cappelle

Proseguendo attraverso le vie di Somasca, si giunge ad un piccolo piazzale dove un arco segna l'inizio di un suggestivo viale, lungo il quale dieci cappelle con all'interno delle statue di legno raccontano alcuni episodi della vita di San Girolamo, dal momento della liberazione fino alla morte.

L'undicesima cappella è posta alla Rocca dell'Innominato.

Dal viale è possibile ammirare scorci di panorama su Somasca e sul lago.

A metà del Viale delle cappelle si trova la Scala Santa.

Essa è formata da centouno scalini: salendo in ginocchio, e recitando una preghiera per ogni scalino, si ottiene l’indulgenza.

Ancora oggi la Scala Santa è meta di molti pellegrini alla ricerca di pace interiore.

Al termine della Scala Santa si trova  l’Eremo, incavato nella roccia dove San Girolamo. al termine delle sue giornate, si ritirava in preghiera.

Guarda tutte le cappelle

cliccando

sulle foto

Prima cappella
Prima cappella

San Girolamo viene liberato dalla Madonna (Quero, 27 settembre 1511)

Seconda cappella
Seconda cappella

San Girolamo viene accompagnato dalla Madonna attraverso l'accampamento nemico

Terza cappella
Terza cappella

San Girolamo depone le catene davanti all'altare della Madonna Grande di Treviso

Quarta cappella
Quarta cappella

San Girolamo sfama gli orfani di Venezia

Quinta cappella
Quinta cappella

San Girolamo cura e guarisce miracolosamente i malati

Sesta cappella
Sesta cappella

San Girolamo seppellisce gli appestati

Settima cappella
Settima cappella

Con un segno di croce, san Girolamo scaccia i lupi

Ottava cappella
Ottava cappella

San Girolamo insegna il catechismo ai contadini

Nona cappella
Nona cappella

Prima di morire san Girolamo lava i piedi ai suoi orfanelli